Home Manutenzione auto

Cambio olio: istruzioni per l’uso

Come effettuare il perfetto cambio olio?
Avatar
Scritto da Marketing

Elevate prestazioni, costanti nel tempo, sono sicuramente un fattore fondamentale per una guida sicura a lungo. In questo senso, per il perfetto mantenimento dell’auto alcuni controlli sono necessari. Impossibile, quindi, scampare al cambio olio (per maggiori dettagli sulla manutenzione del tuo veicolo ti rimandiamo a quest’articolo).

Cos’è il cambio olio nell’auto?

Il cambio olio è essenziale per assicurare performance sempre perfette per il tuo veicolo, sia a benzina che diesel. Si tratta di sostituire il vecchio olio motore intasato con uno nuovo. Infatti, con il passare dei chilometri percorsi, l’olio diventa esausto, con il rischio di danneggiare il motore.

Perché è necessario un cambio olio?

Il funzionamento del veicolo e del motore si basa su un complesso meccanismo di ingranaggi e parti che lavorano in perfetta sincronia. Affinché queste componenti funzionino e mantengano il motore acceso, è importante che siano lubrificate. Il cambio olio ne garantisce la fluidità. Inoltre, riduce notevolmente il rischio di danni all’interno del motore e impedisce che lo sporco si depositi tra le parti. Rallenta la corrosione del motore e la formazione di ruggine che si può creare con l’umidità. Oltre a ciò evita il surriscaldamento del motore e conseguentemente costose riparazioni.

Più in generale, il cambio olio consente di prolungate la vita del motore, conservarne la potenza, risparmiare carburante e garantire la tua sicurezza.

Come controllare il livello dell’olio?

Istruzioni per il perfetto cambio olio

Per assicurare il buon funzionamento del motore è necessario monitorare regolarmente il livello dell’olio. Per il controllo è necessario che l’auto sia parcheggiata in uno spazio senza dislivello e che il motore sia freddo. È poi possibile aprire il cofano, individuando il serbatoio dell’olio, visibile grazie all’anello. Qualora non riuscissi a trovarlo, in mezzo alla miriade di componenti all’interno del motore, consulta il manuale di manutenzione dell’auto. Svita il tappo e pulisci l’astina con un panno asciutto per controllare meglio il livello. Una volta pulita, rimettila nel serbatoio finché non tocca il fondo. Una volta estratta e pulita si può valutare il livello dell’olio grazie alla graduazione disegnata sulla parte metallica. L’olio deve raggiungere la misura indicata e avere un colore dorato chiaro. Se noti che è diventato nero o marrone, significa che è ora di cambiarlo.

Quando fare il cambio olio dell’auto?

Si tratta di un passaggio essenziale per il corretto funzionamento del veicolo. Quanto frequentemente è necessario effettuare il cambio olio è raccomandato dal produttore oltre che indicato nel manuale di assistenza del veicolo. Più in generale, si consiglia di sostituirlo una volta all’anno oppure ogni 15.000 km. Quando se ne controlla il livello, un colore nero o marrone indica anche che è esausto.

Ci teniamo a dirti che il tipo di carburante utilizzato non ha alcun impatto sui rabbocchi dell’olio.

Cambio olio: come fare

consulta un professionista per cambiare l'olio della tua auto

Il cambio olio può essere fatto tranquillamente a casa in diversi passaggi. Prima di iniziare ricordati di non indossare vestiti a cui tieni o nel caso di proteggerli da possibili macchie, di usare i guanti e controllare di avere tutta l’attrezzatura necessaria (olio, filtro e attrezzi).

Come eseguire un cambio olio:

  • Rimuovi le protezioni in plastica sotto il motore e posizione un contenitore per raccogliere l’olio esausto;
  • Svita i tappi di riempimento del serbatoio dell’olio e della coppa;
  • L’olio viene poi raccolto in una leccarda;
  • Una volta svuotato il serbatoio è possibile installare il nuovo filtro;
  • Chiudi il tappo coppa;
  • Riposizionare le protezioni in plastica;
  • Riempi nuovamente il serbatoio dell’olio con uno nuovo;
  • Fai girare il motore per alcuni minuti per verificare che non ci siano perdite.

Ci teniamo a sottolineare che, in termini di protezione ambientale, l’olio usato dev’essere smaltito presso un centro di riciclaggio.

Benché sia possibile farlo da soli, è consigliabile chiamare un professionista. Effettuare un cambio olio richiede una certa competenza nel settore automobilistico. Così facendo risparmierai tempo ed eviterai spiacevoli sorprese in futuro.

dopo aver aperto il cofano, apri il serbatoio e controlla lo stato dell'olio

Quanto costa?

Il cambio olio è un’operazione eseguita molto frequentemente dagli autoriparatori. Il prezzo di questa operazione, assieme con la sostituzione del filtro, può variare a seconda del modello dell’auto e del professionista scelto ma generalmente si aggira tra i 30 e i 60 €. Tuttavia, alcuni garage offrono pacchetti di manutenzione che possono consentire di risparmiare denaro sul cambio dell’olio.

Ora hai tutte le chiavi in mano per garantire una lunga vita alla tua auto. Non serve altro che una soluzione per semplificarti la vita quando si tratta di parcheggio… Per fortuna, per questo ci abbiamo pensato noi di Onepark!

Sull'autore

Avatar

Marketing

Lascia un commento